Ministero della pubblica istruzioneAfam

Comunicazioni

2 progetti ISIA Firenze tra i premiati della Targa Giovani 2020 - ADI DESIGN INDEX

Anche quest’anno gli studenti dell’ISIA Firenze sono tra i premiati della della Targa Giovani 2020 - ADI DESIGN INDEX”: si tratta della studentessa Marinella Fedele con “Alabastro Bees” e di Francesco Maria Lamonaca, Eleonora Cippitelli, insieme alla studentessa Viviana Paolini di UniTS, con il progetto "Ja.Me".

I lavori sono stati presentati all’ADI Design Museum a Milano lo scorso giovedì 3 giugno 2021 in concomitanza dell'apertura della mostra temporanea che, a lungo rinviata per l’emergenza Covid-19, raccoglie una parte significativa dei prodotti selezionati dall’Osservatorio permanente del Design ADI. All’inaugurazione sono intervenuti Lara Magoni, assessore al Turismo, Marketing Territoriale e Moda, Regione Lombardia; Renato Galliano, direttore Economia Urbana e Lavoro, Comune di Milano, Luciano Galimberti; presidente ADI, Umberto Cabini, presidente Fondazione ADI Collezione Compasso d’Oro; Antonella Andriani; vicepresidente ADI; Francesco Zurlo, comitato scientifico di coordinamento, Osservatorio permanente del design.
I progetti saranno esposti all'ADI Museum fino al 20 giugno 2021, poi la mostra si trasferirà a Roma alla Casa dell’Architettura.


ALABASTRO BEES
Studentessa: Marinella Fedele
Tipologia: tesi di laurea specialistica
Relatrice: prof.ssa Sabrina Sguanci
Correlatore: prof. Marco Tognetti
Materiali: polvere di alabastro
Parametri sostenibili: affronta un problema classico del settore lapideo: lo smaltimento dei fanghi e delle polveri, che qui vengono trasformate in valore e cultura del riciclo, togliendo dalla circolazione tonnellate di materiali di scarto, causa di costi economici e ambientali altissimi.

titletitle

Materiali, processi e applicazioni per gli scarti di produzione dell’alabastro di Volterra, con l’obiettivo di valorizzarne la cultura e i manufatti. La polvere di alabastro viene usata per realizzare un materiale composito e rientra nei cicli di produzione con lo sviluppo di nuovi prodotti. Dopo sperimentazioni con collanti, resine, gomme vegetali e animali, viene proposta la realizzazione di una miscela di polvere di alabastro e cera sbiancata. La polvere di alabastro diventa parte integrante di un prodotto nuovo e i due materiali, se riportati alla forma liquida, si prestano a una nuova lavorazione. Il processo può essere ripetuto potenzialmente all’infinito, trasformando gli elevati costi di smaltimento di questo rifiuto speciale in disponibilità economica che genera nuovo valore.

> scheda sul sito sito ADI


JA.ME
Studenti: Francesco Maria Lamonaca, Eleonora Cippitelli – ISIA Firenze, Viviana Paolini – UniTS
Tipologia: tesi di laurea specialistica
Relatore: prof. Simone Paternich
Correlatore: prof. Stefano Bettega
Correlatori esterni: Vanni Lughi, Sara Marceglia, Eric Medvet – UniTS
Materiali: Silicone (fascia); ABS (corpo); idrogel (elettrodo intercambiabile).

titletitle

Un progetto per migliorare la qualità della vita dei malati di Parkinson con un dispositivo indossabile che, grazie all’elettrostimolazione del nervo radiale, riesca a diminuire il tremore della mano e a facilitare i piccoli movimenti. Il dispositivo, dotato di intelligenza artificiale, si adatta a ogni stadio della malattia, migliorando la sua efficacia nel tempo e monitorando l’avanzamento della patologia. La sfida progettuale è stata far uscire il più possibile il dispositivo dalla sfera medica a livello cognitivo, ibridando la funzionalità medica con il mondo dei dispositivi indossabili. Il sistema è completato da un’applicazione per smartphone con esercizi per migliorare lo stile di vita o semplicemente giocare.

> scheda sul sito sito ADI





Condividi su FacebookCondividi su TwitterCondividi su Google Plus