Ministero della pubblica istruzioneAfam

La casa che muta

Sistema cucina/living orientato ai single

Studenti Nadia Spinosa, Antonio Scribano
A.A. 2008 - 2009
I anno Biennio Design del Prodotto
Corso Gestione del Progetto
Docenti Giuseppe Lotti, Angelo Minisci


La Casa Che Muta è un metaprogetto per un sistema cucina/living orientato ai “single” (persone che vivono da sole) dai 25 ai 35 anni. L’obiettivo è stato quello di comprendere accuratamente i bisogni dei single rapportandoli al concetto di intimità dell’abitare. Gli individui nella personale ricerca dell’intimità nello spazio domestico tendono a contrapporre ad una dimensionale prettamente funzionale, una dimensione legata alla sfera emozionale. In questo caso si è scelto di scavare nella memoria di questi single, e quindi negli Anni Ottanta dei primi videogiochi, dei robot etc...L’ispirazione formale si rifà dunque al Tetris.
Obbiettivo non meno importante per la Casa che muta è sicuramente la necessità di favorire la convivialità e il contatto con le persone, elementi  fondamentali
per chi vive da solo. Il Social Network “facecook” mira quindi ad incoraggiare
relazioni di diversa natura dall’invito a cena  al consumo dei pasti in videoconferenza”.

Condividi su FacebookCondividi su TwitterCondividi su Google Plus