Ministero della pubblica istruzioneAfam

1 Museo, 100 poetiche: il Design nella rete

Progettazione di un museo virtuale del design

Studente Marco Mincev
A.A. 2001 - 2002
Docente Antonio Glessi


Un museo in rete che permette diverse tipologie di allestimento e differenti modalità d'interazione con le opere esposte nonché di relazione con altri visitatori.
Il progetto si rivolge sia a professionisti del lavoro museale, storici, archeologi, curatori sia a designer e studenti, sia alla generalità del pubblico di internet.
Il Museo Virtuale del Design mira, in sostanza, a fornire uno strumento didattico che consente ad un pubblico differenziato un livello d'avvicinamento e di comprensione delle opere fino ad oggi difficilmente raggiungibile soprattutto per i meno esperti.
Nel museo virtuale è possibile visitare una o più collezioni secondo ipotesi di allestimenti diversi, realizzati grazie alla combinazione delle opere e degli elementi presenti in una libreria. Infatti, tramite il software Smartverse, un curatore, un artista, un progettista o un insegnante è in grado di allestire una mostra personale decidendone le caratteristiche.
Nella proposta 100 Poetiche scelta per presentare le potenzialità del progetto sono sperimentati tre percorsi, forse scontati ma sicuramente chiari ed esplicativi: un percorso storico, uno tecnologico e uno per designer.
Per l'aspetto formale del museo ci troviamo nello "spazio", nel vuoto. Gli elementi dell'allestimento sono volanti e quasi privi di fisicità. La mostra è organizzata per ambienti "isole". Al centro dell'attenzione del visitatore è posta l'opera, gli altri elementi informativi sono al margine dell'allestimento e fruibili solo se scelti dal visitatore.
La leggerezza e la chiarezza dell'allestimento permettono di comprendere meglio la ramificazione ed il legame fra i diversi spazi espositivi del museo, nei quali il visitatore può spostarsi da un ambiente all'altro, come avviene in un museo reale.


Segnalazioni
2003, selezionato alla XX edizione del Compasso d’oro
2003, esposizione durante il Congresso Firenze Tecnologia, Firenze
2003, pubblicato sul Catalogo Compasso d'Oro Giovani

Condividi su FacebookCondividi su TwitterCondividi su Google Plus