Ministero della pubblica istruzioneAfam

Coclea

Multimedia Test

Studente Alessandra Saccani
A.A. 2001 - 2002
Corso Progettazione multimediale
Docente Antonio Glessi


Un celebre test foniatrico è interpretato come un gioco interattivo sulla percezione sonora. Il programma multimediale Arca di Noè nasce dall'esigenza concreta,in ambito clinico e scolastico, di poter utilizzare uno strumento moderno per valutare eventuali progressi nella riabilitazione,attraverso la logopedia,  dei bambini (dai tre ai dieci anni) con problemi di sordità trattabile con protesi acustica tradizionale o con impianto cocleare artificiale. Il cd - rom implementa il celebre test foniatrico Lip e consente all'operatore di ottenere informazioni sulle capacità percettive e cognitive del bambino attraverso un gioco di animazioni e scenari con cui è possibile interagire attraverso il computer. La novità è di mascherare al bambino lo scopo valutativo del test attraverso una successione di giochi interattivi e sorprese visivo - acustiche che appaiono come semplici attività ludiche e non come prove da superare.

La versione originaria del test Lip, somministrato con carta e penna, tendeva ad annoiare il bambino e non permetteva al logopedista di comprendere se l'incapacità di svolgere un compito dipendesse da un deficit percettivo - cognitivo o da uno scarso interesse. Da qui è nato lo spunto di ripensare le medesime prove in una chiave multimediale per tenere più alto il livello d'attenzione e di partecipazione del bambino,per fugare eventuali dubbi d'interpretazione sulle prestazioni cognitive effettive. L'Arca di Noè contiene 17 prove uditive con difficoltà crescente: prove di detenzione, prove di discriminazione e prove di riconoscimento sonoro. L'esigenza scientifico-didattica del test è ben conciliata con una molteplicità di linguaggi grafici, sorprese cinematiche e complessità di programmazione in Flash.


Segnalazioni

2003, pubblicazione Casa editrice Erickson, Trento
2004, selezionato alla "Targa Giovani" del Compasso d'Oro, Milano

Condividi su FacebookCondividi su TwitterCondividi su Google Plus