Ministero della pubblica istruzioneAfam

Arabella Natalini

Mail
arabella.natalini@isiadesign.fi.it

Profilo
Storica dell’arte, curatrice e docente di Cultura del progetto, è particolarmente interessata ai recenti sviluppi dell’arte pubblica, alla riflessione sul rinnovato ruolo del museo d’arte contemporanea, e ai complessi rapporti tra sfera pubblica e privata.

Tra il 1998 e il 2000 collabora all’apertura del Palazzo delle Papesse ­ Centro Arte Contemporanea di Siena, in qualità di assistente al direttore e di curatrice, interessandosi particolarmente alle relazioni tra spazio museale e città. All’attività curatoriale (mostre e convegni) affianca la realizzazione di eventi, il coordinamento editoriale, mansioni organizzative e di gestione del personale.
Sviluppa attitudine alla creazione e alla gestione di rapporti con i diversi soggetti, pubblici e privati coinvolti, particolarmente rilevanti nella prima fase di attività del Centro.

Dal 2001 a oggi è direttrice artistica della manifestazione “Tusciaelecta. Arte contemporanea nel Chianti”, concentrandosi su un’ipotesi di articolazione dell’opera d’arte contemporanea in uno spazio fortemente caratterizzato dal punto di vista della tradizione. Oltre a tenere le relazioni con le diverse amministrazioni pubbliche promotrici del progetto e gli altri soggetti (pubblici e privati) coinvolti nella manifestazione, si occupa di tutti gli aspetti di gestione. Elabora in prima persona il progetto, la selezione degli artisti e successivamente, affiancata inizialmente da tre collaboratori, attraverso un serrato lavoro di squadra, reso indispensabile dall’estensione territoriale e dai mezzi economici a disposizione, crea un team che segue integralmente la produzione e l’installazione delle opere, oltre alla loro promozione.

Nel 2002 inizia l’attività di docenza, entrando a contatto con strutture accademiche diversificate. Dal 2009 al 2012 è curatrice di EX3, Centro per l’arte contemporanea di Firenze del quale, assieme a Lorenzo Giusti, redige il progetto artistico con cui l’associazione EXTRE si aggiudica lo spazio. Successivamente, progetta e organizza mostre, eventi e convegni, oltre a svolgere attività di coordinamento tra personale, stagisti e collaboratori esterni. Tiene inoltre le relazioni con le amministrazioni, i partner culturali e gli sponsor.

Nel 2013 partecipa al complesso processo di ideazione di una grande collettiva al museo MAMbo di Bologna. La mostra, incentrata sul rapporto tra arte e donne, presenta 42 artiste, coinvolgendo studiose e curatrici nella elaborazione del progetto, accompagnati da workshop, seminari e dibattiti.

Oltre ad aver moderato tavole rotonde, presentato libri e condotto “conversazioni in pubblico” con artisti in spazi pubblici e musei, ha curato volumi, cataloghi e redatto numerosi testi per pubblicazioni di settore.

Link
www.tusciaelecta.org

Materia
Cultura del progetto

Condividi su FacebookCondividi su TwitterCondividi su Google Plus