Ministero della pubblica istruzioneAfam

Tra Ragione ed Emozione

Il significato della forma degli oggetti
ISIA Design Firenze – Tra Ragione ed Emozione
Autore Mariella De Martino
Progetto grafico Max Pinucci e Sara Profeti, MBVision
Collana Didattica del Design
Editrice Alinea, Roma
Anno 2007

Necessari, anzi, indispensabili, talvolta futili se non addirittura “inutili”, gli oggetti intersecano quotidianamente la nostra vita interpretando concretamente, attraverso la loro forma, bisogni materiali e specifiche intenzionalità pratiche, ma dando anche corpo alle passioni, all'immaginazione, al sogno.

Strumento operativo di intervento sul reale e, nello stesso tempo, artificio concettuale e rappresentativo culturalmente ed esteticament connotato, nella sua morfologia l'oggetto d'uso va visto, dunque, come un punto d'incontro, una risultanza reificata e complessa delle dinamiche di fondo, tecnico-economiche e socio-culturali, di una società. In questa loro doppia valenza di risposta tangibile e pragmatica, da una parte, astratta e simbolica dall'altra, gli oggetti che addolciscono e complicano le nostre giornat assumono anche specifica qualità linguistica, esprimono cioè, tramite la forma, la molteplicità dei significati utilitaristici, tecnologici, culturali, estetici che li sostanziano.

Se il senso del fare design sta, in fondo, nel saper coniugare libertà creativa e vincolo tecnico, istanza espressiva e necessità materiale, una visione problematica della forma e dell'eterogeneità dei suoi contenuti, appare, per ciò, in una fase anche iniziale della formazione del progettista, l'approccio più adatto.

Link
www.alinea.it

Condividi su FacebookCondividi su TwitterCondividi su Google Plus